Friday, April 19, 2024 Register   
You are here:  L'Associazione » IL REGALO DI NATALE  
IL NOSTRO AUGURIO

La nascita di un bambino è sempre un avvenimento bello per ogni famiglia. E’ atteso come un bene prezioso, come il frutto del amore. E’ la vita che si rinnova sulla morte e che dà all’uomo la forza di affrontare il dolore e la sofferenza, dunque di vivere.

Nel guardare il presepe non lasciamoci affascinare dall’atmosfera magica o dai ricordi che producono brividi di nostalgia. Il Natale è ciò che riguarda la nascita. Tutto il resto è secondario.

La natività di Betlemme segna una svolta nella storia. Da allora si contano gli anni, dividendo il prima dal dopo.

Principale protagonista di questa vicenda storica è una giovane donna che non conosce uomo ma che attende un figlio. Vive il travaglio e il parto in circostanze non proprio normali. Lontana dalla casa, durante un viaggio a Betlemme, in mezzo alle violenze delle soldataglie del re Erode e ai pastori che sono persone incolte, rozze, sporche, impure e inaffidabili, tanto che sono ai margini della società dell’epoca. Gesù, il neonato di Betlemme, si manifesta subito ai più umili, agli emarginati, ai sofferenti.

Anche noi, come i pastori di Betlemme, forse non ci rendiamo conto dell’importanza di certi avvenimenti nella nostra vita. Non sappiamo comprendere l’annuncio che ci sveglia e che ci agita il cuore: GLORIA A DIO E PACE AGLI UOMINI.

I volontari dell’Associazione «Don Franco Baroni» onlus, nell’augurare il buon Natale vogliono identificarsi con Giuseppe, il falegname di Nazareth, che senza porsi domande accetta un evento completamente insolito, perché voluto direttamente da Dio. Accetta di sostenere Maria e il neonato Gesù, che pure non è suo figlio. Con immenso amore Giuseppe si prende cura delle sofferenze del travaglio e del parto della giovane donna e poi del bambino. Crea per loro, nell’ambiente ostile di una capanna trovata all’ultimo momento, quel minimo che serve perché disagi e sofferenze siano presto superate.

Questo deve essere sempre l’amore del volontario: donare e donarsi, anche quando non riceviamo niente in cambio e non siamo legati da vincoli familiari. Così ogni prova e ogni sofferenza acquista il senso di un’opportunità di fare e di ricevere il bene. Chiediamo al neonato Gesù – che sappiamo essere il figlio di Dio – e a sua madre Maria di assisterci sempre; soprattutto nell’ora del dolore e della sofferenza, quando tutto sembra perduto e invece si rinnova nel segno della vita. Buon Natale.


Qui sotto si può scaricare il presepe in carta da ritagliare, si tratta di una nuova versione tipografica, pur con gli stessi disegni del compianto Giuliano Barsotti, dopo che la precedente versione è stata scaricata 350 volte.

 
ASCOLTA

 
Presepe da scaricare
 Title Clicks
Il presepe di Giuliano Barsotti - 2018 - 25 anni dopoDownload323
Il Presepe di Giuliano BarsottiDownload229
 
Copyright 2009 by DotNetNuke Corporation   |  Privacy Statement  |  Terms Of Use